D2D: #WISTER – Intervista a Morena Ragone

Gli Stati Generali dell’Innovazione, la Rete Wister e la  Direzioni Srl organizzano e promuovono il I° learnig meeting su Donne e utilizzo dei Social Network. L’evento si terrà a Padula in provincia di Salerno  dal 19 Luglio al 20 Luglio Sabato nella Certosa di S. Lorenzo

Ne parliamo con Morena Ragone che sarà una delle Docenti.

ragoneGiurista, dottoranda di ricerca presso l’Università di Foggia – con un progetto sull'uso dei social media nella pubblica amministrazione.Studia diritto di Internet e delle nuove tecnologie, diritto d'autore, informatica giuridica, eGovernment, Open Govenment e Open data, e ha approfondito le problematiche giuridiche connesse alla rete e ai nuovi media ed alla tutela e al trattamento dei dati personali. 

E’ docente e relatrice in convegni di settore, pubblica articoli di approfondimento sui quotidiani giuridici online Altalex, LeggiOggi, su IGED, My Solution Post, SaperiPA e Pionero.it. E’ stata editor della sezione 'Diritti Digitali' per 'Ninja Marketing'.E’ vice-presidente del Circolo dei Giuristi Telematici, co-fondatrice dell’associazione Wikitalia e del Centro Studi di Diritto dello Spettacolo, tra i promotori degli Stati Generali dell’Innovazione, di cui è anche referente giuridico. 

E’ componente del Comitato degli Esperti in Innovazione di OMAT360, membro del Comitato Scientifico della Summer School su "Buon Governo e Cittadinanza Responsabile" di RENA e di YPBPR. Fa parte dei comitati di redazione di "Cambiamo Modello" di SGI/Garamond, di "eCloud" e di "Documento Digitale". Con il collega @fabriziosigillo ha scritto un commentario alla nuova legge professionale forense (Altalex Editore). Attualmente, lavoro come responsabile di Azione del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale presso la Regione Puglia.

A Morena chiediamo il perchè è membro della Rete Wister?

M.R. Per provare ad incanalare le energie tutte nella stessa direzione. E perchè ci credo.

 Inclusione ed alfabetizzazione digitale. cosa fare e come fare?

M.R. Fare quello che abbiamo appena iniziato a fare: metterci gli uni e disposizione degli altri. Scambiare saperi e competenze. Tra generi e tra gener…azioni.

 Perchè questa prima iniziativa al Sud?

M.R. Perchè c’è fame di Saperi, e anche un po’ di riscatto.

Quali prospettive dopo il I° Learning meeting?

M.R. Rendere questa iniziativa un format da portare in giro in tutto il Paese.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *