Articoli

garr

PROGETTO GARR E SCUOLA DIGITALE

garr

AL LICEO MODIGLIANI NON SOLO ELEVATA CONNETTIVITÀ, MA UNA VERA SCELTA STRATEGICA PER ESSERE LIBERI DI OFFRIRE SERVIZI DI QUALITÀ PER DOCENTI E STUDENTI

A che punto si trova la scuola italiana riguardo alla dotazione tecnologica? Una recente indagine della Commissione Europea (Survey of Schools: ICT in Education), conclusa a fine 2012, ha analizzato lo stato e l’uso delle infrastrutture ICT, le attività basate sull'ICT e le competenze digitali. I risultati non sono incoraggianti per le scuole italiane, in particolare sul fronte delle infrastrutture digitali. In media la disponibilità di computer connessi a Internet nelle scuole europee è di uno ogni 14 studenti, mentre in Italia è di uno ogni 158. Inoltre, la percentuale di scuole italiane senza banda larga è tre volte al di sopra della media UE.

Continua a leggere

ICT 2013 – Create, Connect, Grow

downloadPiù di 4000 ricercatori, innovatori, imprenditori, rappresentanti del settore, giovani e politici si incontreranno a Vilnius, in Lituania dal 6 all'8 Novembre 2013. L’evento, che rientra tra le iniziative di Europa 2020, organizzato in partnership con la Presidenza Lituana del Consiglio dell’Unione Europea per il 2013, verterà sul tema ICT in Horizon 2020, il Programma Quadro dell’UE per il periodo 2014-2020 dedicato alla Ricerca e Innovazione.

 

Continua a leggere

“Ragazze digitali, idee per un futuro smart” la cultura digitale tra mito, realtà e opportunità incontro con le medie superiori di Reggio e Modena

L’associazione EWMD European women's management development (associazione europea per la formazione manageriale femminile) delegazione di Reggio Emilia in collaborazione con la facoltà di Ingegneria dell’Università di Modena e Reggio conduce un’iniziativa sul divario digitale di genere per promuovere il ruolo attivo delle donne negli ambiti lavorativi legati alle nuove tecnologie. Numerose ricerche hanno evidenziato la scarsa presenza delle donne nei settori legati all'innovazione tecnologica a livello sia italiano sia internazionale. Tutti i dati dimostrano come le donne siano scarsamente coinvolte nella proposta di nuove tecnologie, servizi e applicazioni informatiche. La società del XXI secolo, pervasa di informatica a tutti i livelli, non potrà migliorare senza l’apporto delle idee, delle capacità e dei sogni del 50% 
della popolazione mondiali. 

Continua a leggere

una strategia inclusiva per una comunità intelligente

La diffusione del concetto di “Smart City” e di Comunità Intelligente negli ultimi anni ha favorito la crescita di una sensibilità specifica e la creazione di nuovi bisogni. Tutti i settori della società sono interessati a questo nuovo modello che integra l’efficienza delle risorse, il risparmio e la semplificazione, e che esalta l'utilizzo delle nuove tecnologie soprattutto per l'implementazione di pratiche partecipative e di trasparenza.

Il Governo italiano si muove in questa direzione tanto che l'anno scorso ha lanciato l’Agenda Digitale Italiana (ADI), seguendo la strategia europea EU2020 di impulso e di investimento verso l’ICT, che individua i programmi di modernizzazione attraverso l’utilizzo dell’ICT. I principali settori di intervento dell'ADI sono:  Identità digitale, PA digitale, Open data, Istruzione digitale, Sanità digitale, Divario digitale, Pagamenti elettronici e Giustizia digitale.

Continua a leggere